Prodotti tipici

La focaccia di Recco

Legata tradizionalmente alla città di Recco, le sue origini affondano le radici nella leggenda. Sembra che tra il Cinquecento ed il Seicento, quando Recco era obiettivo degli attacchi dei corsari musulmani, gli uomini fossero rimasti come sempre a difendere la terra, mentre le donne erano scappate nell'entroterra con i vecchi ed i bambini, portandosi dietro farina, olio, sale.

Una volta al sicuro, impastarono la farina con l'acqua dei torrenti e barattarono il sale e l'olio in sovrabbondanza con il formaggio. Gli anziani, che avevano raccolto la legna e acceso il fuoco, poggiarono sulle braci alcune lastre d'ardesia dove cuocere il preparato. Nasceva così la focaccia di Recco.

La città di Recco ha otrepassato i confini d’Italia da tempo immemore: ciò è dovuto in gran parte alla prelibata Focaccia "col" Formaggio (altre versioni "non autorizzate" sono: "al" formaggio ma neanche lontane parenti, che sono fiorite fuori Recco sulla scia del successo del prodotto pioniere). Si narra dell’esistenza di questo prodotto già in documenti risalenti alla terza crociata.

Procedendo dal litorale tirrenico verso Genova ci si immette in una serie di gallerie autostradali che coprono talvolta il paesaggio brullo ma suggestivo della riviera Ligure. Prima del tratto autostradale l’unico tragitto passava in rassegna tutti i paesi piccoli e grandi di una delle regioni più piccole d’Italia: la Liguria. Poco prima di Genova si giungeva (e chi la conosce vi giunge ancora volontariamente) a Recco.

Oggi per raggiungere la cittadina si percorre un lungo tratto che dai viadotti sopra gli abitati e tra i monti collega il percorso autostradale alla patria della focaccia col formaggio, subito dopo l’uscita dal casello "Recco".

Recco, dal punto di vista della ristorazione ha pochi eguali in Italia; basti pensare detto paese di diecimila abitanti offre più di tremila coperti nei propri ristoranti. Tantissimo tempo fa la popolazione di Recco era solita trovare riparo nell’immediato entroterra per scampare alle incursioni dei saraceni. 

Grazie alla larga disponibilità di olio, formaggetta e farina, cuocendo la pasta ripiena di formaggio su una pietra d’ardesia, venne "inventato" quel prodotto gastronomico che oggi conosciamo come "Focaccia col Formaggio".

Alla fine dell’800 aprono a Recco le prime trattorie con cucina, ed a quei tempi la "Focaccia col Formaggio" veniva proposta nel periodo di celebrazione dei morti.

La tradizione della focaccia continua nei tempi ma solo dagli inizi del ‘900 viene proposta d’abitudine ai visitatori di Recco e non più nel giorno dei morti. Negli anni ‘50 arrivano i primi turisti e si comprende che il futuro di Recco si sarebbe basato su questo settore.

Negli anni ’60 i ristoranti e le trattorie di Recco diventano una meta per tutti i "nottambuli", numerosi gli artisti che per il loro dopo teatro si davano appuntamento a Recco dove, con la focaccia col formaggio, si trattenevano sino a notte fonda. Sempre in quegli anni, con i successi sportivi nasce la prima festa della Focaccia col Formaggio eseguita il 26 giugno 1960 in cui lavorarono insieme ristoratori e fornai dell’intera città.

Nel frattempo viene costruita l’autostrada Genova-Livorno, e Recco, grazie all’apertura del casello autostradale, vede un incremento notevole dell’afflusso turistico. Gli anni del boom economico accompagnano il successo della gastronomia e della ristorazione recchese che attirava, come ancor oggi attira, personaggi del mondo dello spettacolo, politico e giornalistico. 

Nel 1976 nascono le famose Serate Gastronomiche le quali avevano come scopo quello di far conoscere la cucina tipica ligure, le specialità recchesi ed in particolar modo la focaccia col formaggio.

Fu tale il successo che Recco divenne la "capitale gastronomica della Liguria", e nel 1983 la "Focaccia col Formaggio" esce dai confini cittadini e raggiunge Germering in Germania. Di successo in successo, grazie alla sempre più stretta collaborazione tra i ristoratori che promuovono le "Serate gastronomiche Recchesi", nasce il 23 maggio 1985 il Consorzio Recco Gastronomica. Il Consorzio oggi partecipa a moltissime manifestazioni di carattere internazionale e nazionale.